Conviene investire a Dubai? Conviene comprare casa a Dubai? Dubai oramai è diventata un hub internazionale, tesa ad emanciparsi dal petrolio e a puntare il proprio futuro sui servizi e sull’attrarre capitali esteri: turismo, costituzione di società (grazie alla tassazione zero e alla burocrazia snella), finanza.

Con il business iraniano tornato in bonis e con gli investitori internazionali che si preparano a sbarcare di nuovo a Teheran, Dubai – già piazza finanziaria di rilievo – sicuramente accrescerà il proprio ruolo di nuova Montecarlo, ospitando buona parte delle finanziarie, delle holding e delle società di trading interessante all’interscambio con l’Iran.

Lo stesso Expo 2020 sarà un forte volano commerciale.  Il ministro dell’Economia Al Mansoori, intervistato dai media locali sulla “psicosi da bolla” in circolazione, ha dichiarato che l’esposizione universale potrebbe portare fino a 25 milioni di visitatori. Con un rimbalzo per acquisti e visibilità del real estate.

Nel frattempo si conferma il fascino del mercato delle abitazioni di lusso: il Knight Frank Global Forecast prevede una crescita tra il 10 e il 15%, prima performance su scala globale.

Investire in immobili a Dubai, può portare a rendimenti molto interessanti, grazie a: turismo presente tutto l’anno (sebbene con delle flessioni nei mesi caldi), proprietà al 100% nelle zone free-hold, incasso anticipato per chi affitta, rivalutazione immobiliare.

Investire a Dubai